Chi sono?

Presentarsi… cosa molto difficile da fare. C’è il rischio di incorrere nell’immodestia… oppure, per contro, di essere troppo modesti e sminuire quel po’ di orgoglio verso se stessi che deve pur esserci se si è deciso di mostrare le proprie fotografie in una vetrina come può essere uno spazio nel web tipo questo blog.

La mia vita.

Nasco a Trento nel dicembre del 1953. La passione per la fotografia credo di averla ereditata da mio padre il quale si dilettava a fotografarci con una Ferrania 6×9 a soffietto. Quando ho avuto l’età di 14 anni, mio padre, che di anni ne aveva solo 40, in una tragica notte di giugno, è passato a “miglior vita”, lasciando mia madre sola a crescere 6 figli ed un altro in arrivo.

La Ferrania è quindi passata nelle mia mani e così sono diventato il fotografo della mia numerosa famiglia. Più tardi, quando avevo circa 18 anni, con degli amici anche loro appassionati di fotografia, abbiamo allestito una camera oscura nella quale sviluppare e stampare le nostre fotografie in bianco e nero e le prime diapositive a colori.

In quel periodo ho comperato la mia prima foto-camera reflex, una magnifica Olympus OM1, che ancora possiedo. Poi, ….l’amore.
Marica, quindi la famiglia ed i figli. La fotografia è dovuta passare in secondo piano, e diventare solo il mezzo per immortalare gli accadimenti importanti, ossia, la nascita e la crescita dei figli, i matrimoni degli amici, le vacanze dai nonni e …poco altro.

Qualche anno fa visto il successo del digitale, ho deciso di riprendere il mio vecchio hobby ed ho pensato di comperarmi una compatta. Viste le mie scarse risorse finanziarie, la mia scelta è caduta sulla Casio QV5700. Una buona macchina con la quale sono lentamente entrato nel mondo della fotografia digitale. Devo dire che però che già da un po’ di tempo, col computer, avevo “scannerizzato” alcune vecchie foto divertendomi ad elaborale un pochino con dei programmi di fotoritocco, ma con la Casio però, ora potevo cominciare a “pensare” e scattare le mie fotografie digitali, dilettandomi poi ad elaborarle al computer.

La compattina, per iniziare andava bene, ma poi, col tempo, il desiderio di una fotocamera reflex si è fatto strada nella mia testa e dopo poco ho deciso di regalarmela.

La scelta non era semplice. Alcuni miei colleghi di lavoro esaltavano le Nikon. Altri professionisti della fotografia preferivano le Canon, e li vedevi con i loro lunghi obbiettivi bianchi ai bordi dei campi di calcio o nei telegiornali durante le varie conferenze stampa.

Io, dovendo sempre fare i conti anche col portafoglio, e anche dopo alcuni passaggi in internet sul forum dei quattro/terzisti, dove di parlava molto bene di questo sistema, ho sentito rinascere dentro di me il vecchio amore per la Olympus, e così una stupenda E400 con i due obbiettivi in kit è arrivata, nella mia vita. Al corredo ho poi aggiunto anche un teleobiettivo, un 70-300mm, pensando anche un po’ alle foto naturalistiche, un genere che mi ha sempre attratto.

Con questa piccola Olympus ho fatto molte fotografie, alcune di queste mi hanno dato anche delle soddisfazioni. Infatti, alcune persone a me sconosciute, vedendo le mie foto pubblicate nel mio spazio Flickr, mi hanno contattato chiedendomi di poterle usare per illustrare alcuni loro lavori.

Adesso, dopo ben 42 anni e mezzo di lavoro e raggiunta la folta schiera dei pensionati, ho potuto finalmete regalarmi una reflex professionale.
Sono il fortunato possessore di una Canon 5D Mark III, con l’obbiettivo EF 24-105 f/4 L IS USM. Una fotocamera ed uno zoom eccellenti con i quali so che mi divertirò a fare buoni scatti, grazie anche al molto più tempo che potrò dedicare a questa mia passione.

Gino