Vengino Blog

...divertirsi con la luce.

Le fontanine di contrada

Rieccomi a Siena!

Questa volta, aspettando il giorno del Palio di Mezz’agosto, mi sono divertito a girare tutte e diciassette le contrade in cui è divisa la città.
Ogni contrada ha una propria Sede, un proprio Oratorio, una Società di contrada, un proprio Museo dove conserva gelosamente tutti, o quasi, i Palii vinti dalla contrada, ed una Fonte o fontanina di contrada.

 

“… fu nel 1932 che ebbi l’idea di fare una fontanina in ogni Contrada al fine di dar vita a questo originalissimo Battesimo Contradaiolo che consacrava per tutta la vita l’appartenenza del neonato alla Contrada di nascita…”. (Silvio Gigli)

 

Da quell’idea di Silvio Gigli, contradaiolo della Tartuca, tutte le contrade negli anni sucessivi si sono dotate di una fontanina.  Le fontanine sono di varie tipologie e vanno dall’opera d’arte “moderna” al riutilizzo delle fonti storiche o monumentali presenti nella contrada (la fonte dei Pispini per il Nicchio, la fonte del Ponte di Romana per il Valdimontone, Fontebranda per l’Oca), con la particolarità per tutte di essere alimentate dall’acqua dei bottini.

Tutti gli anni in occasione della festa titolare vengono battezzati in queste fontanine i nuovi nati in contrada, ma anche coloro che pur se non senesi, come me sono appassionati del Palio, della città ed in particolare di quella Contrada.

Ho ricevuto il mio battesimo contradaiolo nel 2014. Sono stato battezzato con l’acqua di Fontebranda, nella Nobile contrada dell’Oca.  E’ dagli anni ’70 che sono appasionato del Palio ed in particolare della contrada dell’Oca. In quel periodo l’Oca aveva come fantino di contrada un certo “Aceto”, tutt’ora Re indiscusso della piazza, con la bellezza di 14 palii vinti su 58 corsi.

Ma torniamo alle immagini scattate….

Girando per queste antiche vie e piazze, tutte addobbate a festa per l’imminente Palio, questa volta, mi sono dilettato a fotografare proprio queste fonti. Delle diciassette contrade non sono riuscito a fotografare la fontanina della Civetta perchè è interna alla sede e quella utilizzata per il battesimo della contrada del Valdimontone, anch’essa dentro l’Oratorio. Del Valdimontone ho comunque fotografato la fonte del Ponte di Romana, in via S.Girolamo che è comunque la fonte di quella contrada. Nella contrada della Lupa ho fotografato l’esterno. Dentro, nei pressi della fonte, c’erano i contradaioli in festa e non mi sembrava il caso di disturbarli.

Logicamente anche questa volta mi sono divertito a giocare con la luce e a dare un tocco personale alle immagini.

 

« 1 di 6 »

Come sempre, commenti, critiche e/o consigli, sono molto graditi. Grazie!

Count per Day

  • 53Questo articolo:
  • 0Utenti attualmente in linea:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vengino Blog © 2017 Frontier Theme